Come saremo da vecchi?

28 febbraio 2009 § 2 commenti

è una web application sviluppata dall’Università di St Andrea.
 
 
Basta caricare una propria foto frontale e fare pochi click per avere un’anteprima di come saremo tra una trentina d’anni!
 
Questa comunque non è l’unica potenzialità del sito, possiamo infatti ringiovanirci, cambiare sesso ed etnia,
 
vedere come saremmo se fossimo stati ritratti da artisti famosi, se fossimo dei manga o anche delle scimmiette!
 
Osservate la mia metamorfosi!
 
Foto originale (teenager, caucasico):
 
 
E ora… neonata!
 
 
Da bimba…
 
 
Da adulta:
 
 
Da vecchia (sembro una professoressa, yeah!):
 
 
Se fossi africana (altro che la Campbell):
 
 
Se fossi asiatica (dell’est):
 
 
Se fossi asiatica dell’ovest:
 
 
Se fossi un maschio (un rugbysta XD):
 
 
Se fossi ritratta da Modigliani:
 
 
Se fossi ritratta da Botticelli (altro che Venere XD):
 
 
Se fossi ritratta da Mucha (la più carina):
 

Se fossi un manga:

Se fossi una scimmietta (ahahah)!

E infine se fossi ubriaca:

Provate con foto di amici, parenti e vips… divertimento assicurato!!!!!

CIAO!

Annunci

Potere vs Giustizia

3 febbraio 2009 § Lascia un commento

(…decisamente attuale…)

Imputato ascolta,
noi ti abbiamo ascoltato.

Tu non sapevi di avere una coscienza al fosforo
piantata tra l’aorta e l’intenzione,
noi ti abbiamo osservato
dal primo battere del cuore
fino ai ritmi più brevi
dell’ultima emozione
quando uccidevi,
favorendo il potere
i soci vitalizi del potere
ammucchiati in discesa
a difesa
della loro celebrazione.

E se tu la credevi vendetta
il fosforo di guardia
segnalava la tua urgenza di potere
mentre ti emozionavi nel ruolo più eccitante della legge
quello che non protegge
la parte del boia.

Imputato,
il dito più lungo della tua mano
è il medio
quello della mia
è l’indice,
eppure anche tu hai giudicato.

Hai assolto e hai condannato
al di sopra di me,
ma al di sopra di me,
per quello che hai fatto,
per come lo hai rinnovato
il potere ti è grato.

Ascolta
una volta un giudice come me
giudicò chi gli aveva dettato la legge:
prima cambiarono il giudice
e subito dopo
la legge.

Oggi, un giudice come me,
lo chiede al potere se può giudicare.
Tu sei il potere.
Vuoi essere giudicato?
Vuoi essere assolto o condannato?

Sogno numero due, di Fabrizio De André, 1973

Ma voi, modelle

28 gennaio 2009 § Lascia un commento

Ma voi

modelle sui cartelloni

la notte da sole
alle fermate dei tram
sotto i fari
nude al freddo

 non avete paura?

 

 


 

La carrozzina

18 gennaio 2009 § Lascia un commento

Avete sentito della ragazza in carrozzina che è stata cacciata dal direttore di un negozio?
Un grande gesto di inciviltà, con tanto di interviste alla fanciulla a bordo della sua carrozzina.
Carrozzina
? Osala chiamare carrozzina

Un’automobile!

Per forza che l’han cacciata cavoli, ci mancava solo travolgesse qualche cliente.
Ah, e l’amica aggredita non l’ha cagata nessuno. Tanto non ha la carrozzina.

Se questo è amore…

6 gennaio 2009 § Lascia un commento

[]
Ma se guardo il mondo intero
che è solidale e si commuove in coro
i filmati di massacri osceni
con tanti primi piani di mamme e bambini
mi vien da dire che se questo è amore
sarebbe molto meglio
non essere buoni.

Se provo a guardare il mondo civile
così sensibile con chi sta male
il cinismo di usare la gente
col gusto più morboso di un corpo straziante
mi vien da urlare che se questo è amore
io non amo nessuno
non sento proprio niente.

E invece siamo nati per amare proprio tutti
indiani, russi, americani, schiavi, papi, cani e gatti
è proprio il mondo della grande fratellanza
per nuove suffragette piene d’isteria
o peggio ancora è quella sporca convenienza
come sempre mascherata dalla grande ipocrisia
la nostra ipocrisia.
[]

 
Canzone della non appartenenza, di Giorgio Gaber, 1994

Tornando seri

5 gennaio 2009 § Lascia un commento

Un tiggì della Rai, ieri o l’altroieri, parlando dei conflitti nella striscia di Gaza:

«Ci son stati una trentina di morti fra i civili… ma anche gli israeliani hanno subito delle perdite, un morto fra i soldati e qualche ferito».

Ah beh. Diciamolo allora:
1 israeliano = 30 palestinesi
E sotto le immagini di donne e bambini sanguinanti, con il gusto dell’orrore tipico di chi vuol far notizia.
Ebbene, ste cose mi stanno sulle palle.
Come cavolo faranno quei bambini sopravvissuti, quando e se arriveranno alla maggiore età, a non odiare Israele? Perché Israele si permette di restituire morte con gli interessi? E perché cavolo gli americani appoggiano Israele, invece di far loro capire che così esasperano e basta?
Basterebbe solo un gesto di pace da parte di Israele, e tempo, tanto tempo per rimarginare le ferite e gli odii.

Obbligatorio

2 gennaio 2009 § 2 commenti

Buon 2009, mondo

Bilancio di questo 2008: tutto sommato soddisfacente.

Patente.

Maturità.

Vero Amore.

Design (=sciallo).

Cominciato un po’ così… A maggio finalmente la svolta. E da lì tutto ha cominciato ad andare sempre meglio, fino al gran finale: capodanno insieme

Il 2009? Promette ancora meglio

Baci baci, Fiore


 

Dove sono?

Stai esplorando gli archivi per la categoria Senza categoria su {Phiore}.